Leonardo Sinisgalli -Poesia consigliata da Tiziana Cocolo- Post scriptum Qualcuno gode nell'orto la sua ora di delizia, qualcuno forsennato scrive versi tra le ceste di noci, qualcuno raschia il tartaro dalle botti nei sottani.
Destacamos el hecho de ser una página a código abierto, esto quiere decir que cualquier moglie troia marito gay usuario, registrado o no, pueda modificar el contenido con annunci donne casalinghe absoluta responsabilidad, corrigiendo errores, agregando contenidos, y mejorando día a día nuestra base de datos de, wikilibros.
Tritone sono la tua femmina azzurra: salsa com'alga e la mia lingua;entrambe le gambe squamma sonora mi serra.Dormi dietro i sassi e all'alba vieni a bere.Mario Luzi - Poesia consigliata da Tiziana Cocolo - Al tempo Son di granito o di diamante sono i mille denti logori e ferrigni con che rodi il cemento ed i macigni sgretoli, sfinge spaventosa, o Chrono?Corrado Govoni - Poesia consigliata da Elisa Sada - Quella vecchietta ceca, che incontrai Quella vecchietta ceca, che incontrai la sera che mi spersi in mezzo ar bosco, me disse :- se la strada nun la sai te ciaccompagno io, che la conosco.E di lacrime sparso ambe le guance, E il petto ansante, e vacillante il piede, Toglieasi in man la lira: Beatissimi voi, Ch'offriste il petto alle nemiche lance Per amor di costei ch'al Sol vi diede; Voi che la Grecia cole, e il mondo ammira.Leonardo Sinisgalli -Poesia consigliata da Tiziana Cocolo- La vigna vecchia Mi sono seduto per terra accanto al pagliaio della vigna vecchia.Vuoto era il mio canestro e il fiore rimase negletto.Nullo error mai felice al par mi fea.Allor, vile e feroce, Serse per l'Ellesponto si fuggia, Fatto ludibrio agli ultimi nepoti; E sul colle d'Antela, ove morendo Si sottrasse da morte il santo stuolo, Simonide salia, Guardando l'etra e la marina e il suolo.A me fo grazia, ei disse.Salvatore Quasimodo - Poesia consigliata da Yasuke - Secondo ricordo Anche prima, molto prima della rivolta delle ombre, e che nel mondo cadessero piume incendiate e un uccello da un giglio potesse essere ucciso.Oh spettacolo felice, Che rapisci ogn'alma a te!Qui nasce, qui muore i!
Tu mi fai buona e bianca come un bimbo troie secche che dice le preghiere e s'addormenta.




Prima, prima che tu mi domandassi il numero ed il sito del corpo.Le altre formichette se ne vanno nel vederla morta.Cred'io ch'ei credette ch'io credesse che tante voci uscisser tra quei bronchi da gente che per noi si nascondesse.Ma vieni: camminiamo: anche l'ignoto non mi spaventa, se ti son vicina.Le due rane mendicanti restano come sfingi.Campo de Gibraltar, jimena de la Frontera.Campane in lontananza invitano la gente in chiesa e la lumaca, pacifico borghese della strada, stordita ed irrequieta ammira il paesaggio.Io chiedo al cielo E al mondo: dite dite; Chi la ridusse a tale?La mia scienza, dal momento che sto al mondo da tanto mi vieta di crederlo.
Si diffonde dal viale sul sentiero un silenzio ondulato.
Si vider donne lottare in un prato con gli angeli impauriti del bucato.



Non hai Vizio nessuno?
Fammi pregna.

[L_RANDNUM-10-999]