E' prevista l'istituzione di un tavolo tecnico, l'attivazione di una campagna di sensibilizzazione e di attività educative nelle scuole, la sottoscrizione di appositi protocolli operativi per il sostegno alle vittime.
Diego Vitagliano, titolare della Pizzeria 10 a Bagnoli, uno dei più promettenti pizzaioli napoletani del momento, è stato rapinato alla fine del servizio. .
I clienti colti 'in flagranza' dalla polizia locale a contrattare o ad appartarsi con prostitute possono incorrere in una sanzione da 89 a 534 euro.Così ha dichiarato questa mattina il sindaco Dario Nardella a margine di un'iniziativa con i giornalisti.LA violenza, lo stupratore di Parma è un noto imprenditore.Il provvedimento dispone che venga vietato a chiunque di: "porre in essere comportamenti diretti in modo non equivoco ad offrire prestazioni sessuali a pagamento, consistenti in atteggiamento e in abbigliamento indecoroso o indecente in relazione al luogo, ovvero nel mostrare nudità, ingenerando la convinzione.Addio alle chat di Whatsapp che imperversano tra i genitori a scuola.Una scelta radicale e rivoluzionaria che.Sinistra Comune - "A una prima lettura lordinanza sindacale, lunga e articolata, sulla prostituzione sembra unazione repressiva contro le persone piuttosto che unazione coordinata contro il fenomeno della tratta degli esseri umani si legge in una nota di Sinistra Comune.Dietro l'orribile stupro c'è un noto imprenditore 46enne, Federico Pesci.Una nuova ordinanza anti prostituzione sarà emessa quasi certamente nelle prossime settimane.Lamministrazione comunale, a tale proposito, indica che «proprio attraverso questa ordinanza, in mancanza di normative nazionali efficaci, gli operatori della polizia municipale possono intervenire per prevenire e contrastare, con la sua applicazione, i pericoli derivanti dai comportamenti connessi allesercizio della prostituzione su strada su una.L'ordinanza anti prostituzione era stata emessa dal sindaco lo scorso 15 settembre, e restò in vigore 6 mesi, fino al Prevedeva per i clienti, trovati appartati con le prostitute o intenti a contrattare una prestazione sessuale, multe fino a 206 euro e carcere fino.
LA curiositÀ, l'Europa cancella l'ora legale: come cambieranno donna cerca uomo ticino le nostre giornate.




Questa azione, si legge in una nota del Comune, si coniuga con la costituzione di parte civile del Comune di Palermo nel processo contro la cosiddetta mafia nigeriana per l'accusa di sfruttamento della prostituzione e con le recenti notizie provenienti dalla Nigeria e da Benin."Riteniamo - proseguono i consiglieri - che una questione cosi complessa e delicata, con le sue implicazioni sociali, non possa essere inquadrata dentro le categorie del decoro urbano né possa essere affrontata con lo strumento dellordinanza.Di, emiliana Costa rivoluzione, addio alle chat dei genitori: il Comune vieta i gruppi Whatsapp nelle scuole.Unordinanza che prevede una sanzione amministrativa fino a 500 euro a tutti coloro sorpresi «nel porre in essere comportamenti diretti ad offrire prestazioni sessuali a pagamento e a concordare lacquisizione di prestazioni sessuali a pagamento».I trasporti, united Airlines sbarca in Italia: da maggio decolla Napoli-New York.Ci riserviamo di esprimere una valutazione più completa a seguito di un approfondimento che faremo con il coordinamento anti-tratta e con le singole associazioni, laiche e religiose, che lo compongono").L'ultima trovata da matrimonio arriva da Boscoreale e non mancheranno.Sarebbe stato più utile predisporre prostituzione maschile in germania un atto di indirizzo della Giunta con misure verificabili e una serie di attività coordinate con le organizzazioni che operano nel settore. .Su proposta del comandante della polizia municipale il sindaco Leoluca Orlando ha emanato oggi unordinanza, valida dal 16 aprile al 31 agosto prossimo, per il contrasto del fenomeno della prostituzione e a sostegno delle vittime di violenza o di grave sfruttamento.Tra luglio e agosto la Commissione Europea ha lanciato un sondaggio che avrebbe coinvolto oltre 4,6milioni di cittadini e il tema era l'efficacia dell'ora legale.
Battuto il record in una sola giornata: sono state 23 le sanzioni fatte a lucciole e clienti per violazione allordinanza comunale entrata in vigore il 15 maggio scorso per contrastare il fenomeno della prostituzione in strada.
L'ordinanza individua alcune aree e strade dove vigono i divieti, tra cui viale Regione Siciliana (tratto Calatafimi-Basile via Ernesto Basile, via Lincoln, Foro Italico, via Roma, via Crispi, via Daita e via La Lumia e il parco della Favorita.


[L_RANDNUM-10-999]