La seconda ipotesi viene dal saloon Red Light di Dodge City, che aveva le finestre dipinte di rosso.
Unofferta che contempla anche un rischio di contaminazione.
Alcune di esse lavoravano anche con 60 clienti a notte.«Ti resta il marchio a vita racconta Inge.Nascoste nelle giarrettiere, nei cappellini, nei guanti o nelle cinture dei vestiti, tenevano delle Deringer, piccole pistole dal grosso calibro che a distanza ravvicinata erano spesso micidiali.Anche la famosa Pearl Hart fu petit 3 restaurant los angeles una prostituta, così come molte delle donne degli Earp: Bessie Earp, moglie di James, fu addirittura tenutaria di un bordello a Dodge City (ed ebbe anche problemi con la legge per questo) dove vi lavorava anche la donna.Prestazioni NON protette, nel ricco ventaglio di rapporti sono compresi anche quelli non protetti.Idee bislacche, che non tengono conto delle reali condizioni in cui vivono e sono trattate le persone che si prostituiscono.Des sex-centers aux portes de Lyon.Il proprietario ti affitta solo la camera: se ti uccide un cliente ti ritrova la mattina dopo la donna delle pulizie».
Esercitava un pesante governo sulle sue protette.




Se le venusiane rifiutano di sottoporsi al test all.Alcune lo facevano per mantenere sé stesse, altre perchè amavano sinceramente il sesso, altre perchè erano costrette (come le ragazze cinesi, trattate come vere e proprie schiave (4).I minatori, i cowboy o gli operai in genere non avevano i mezzi per visitare queste case e comunque non erano i benvenuti.Solitamente la ferrovia divideva la parte rispettabile da quella depravata, che aveva un proprio nome come il Distretto a luci rosse (2) di Dodge City o la Devils Island (Lisola del diavolo) di Abilene.Questi bordelli a volte distribuivano buoni con il timbro good for one (letteralmente vale una consumazione) per invogliare gli uomini a entrare.Benché il rischio di contagio sia minore che nel tradizionale rapporto completo, le micro lesioni in bocca potrebbe portare ad un grave rischio per la salute.Recentemente era stato il sindaco di Roma Ignazio Marino a proporre alcune zone di tolleranza per le lucciole.In Italia alcuni parlamentari hanno presentato un disegno di legge per depenalizzare lo sfruttamento.
Con la sodomia si arriva a 300.
Saloon e sale da ballo, i saloon e le sale da ballo erano molto simili ai bordelli, con la differenza che erano il gradino gerarchico più popolato dalle prostitute.

Note conclusive, la madam era la cosiddetta tenutaria di un bordello o di una casa di piacere.
In più, lesercizio della professione in un locale assicura una sicurezza molto maggiore rispetto alla strada, dove i clienti potenzialmente potrebbero compiere violenze senza che nessuno protegga le ragazze.
Nel menu delle delizie è compresa anche la fellatio naturale completa di inghiottimento oppure di eiaculazione sul viso, ovvero sesso orale senza preservativo a 250 franchi svizzeri, circa 190 euro.


[L_RANDNUM-10-999]