Sono 15 ragazze albanesi, romene e moldave gestite da cinque albanesi, di età compresa tra i 30 e 32 anni, che sono stati arrestati dai carabinieri della les trois cloches paroles compagnia di Rivoli a seguito di diverse segnalazioni di cittadini contrariati dalla presenza di camper parcheggiati in strada.
Se una persona si prostituisce liberamente, penso sia giusto che quella persona possa disporre del proprio corpo come desidera fintanto che non nuoce ad altri, e questo in Italia si può fare e ne sono contento.Fonti e note Queste motivazioni sono tratte da: interviste dirette, ricerca su internet, commenti a questo ed altri blog, forum di escort.Le donne non sono considerate al pari degli uomini, e sono state quasi rimosse dal concetto di umanità.Una di loro era addirittura sposata donne cercano uomini per sesso a roma con uno dei suoi sfruttatori.Al di là dell'analisi del fenomeno, gli agenti hanno anche allontanato chi si prostituiva da strade e piazze di maggior rilievo, come piazza Garibaldi e corso Umberto.Mi chiese se avevo 18 anni, le mostrai la carta didentità e vide che li compivo proprio quel giorno.Deferiti anche tre clienti che consumavano in pubblico, ed un minore che stava avvicinando una prostituta.Gip di Parma su richiesta della Procura della Repubblica.Le ragazze che volevano entrare nel giro erano costrette a pagare un corrispettivo, altrimenti venivano aggredite e picchiate.Il contratto verbale con una prostituta è comunque nullo dal punto di vista civile, per cui non è possibile fare causa a una prostituta per ottenere uno sconto sul prezzo pagato.Per ottimizzare i profitti gli "imprenditori" erano arrivati a calcolare anche il tempo massimo delle prestazioni delle ragazze, ridotte in uno stato di totale sottomissione.
Ho riportato in corsivo le frasi come mi sono state dette, negli altri casi ho riassunto il concetto a parole mie.
Sono stati proprio gli agenti della Locale a chiamare il 112, poco prima della mezzanotte: sul posto si sono precipitate ambulanze e carabinieri.




Non me ne frega nulla della morale, della giustizia, della decenza ed in un certo senso anche il concetto della malavita è secondario.La prima volta di Lino Banfi Il 13 novembre 2016 durante unintervista alla trasmissione di Massimo Giletti, il nostro mitico Lino Banfi ha raccontato del giorno in cui perse la verginità con una prostituta: A Napoli in una casa chiusa, fu la mia iniziazione sessuale.Recensioni di prostitute, escort e transessuali genovesi torneranno presto disponibili.Rumeni e parmigiani beneficiavano inoltre di prestazioni sessuali gratuite, una sorta di "benefit" connesso al business.Sul sito si trovava una cartina con tanto di bandierina per individuare le ragazze.Oltre all'identificazione delle prostitute, si è provato a capire anche se queste fossero sfruttate o meno da eventuali protettori.Alcuni interventi sono stati particolarmente difficoltosi : è il caso di un'orientale clandestina che ha aggredito un poliziotto.La notizia ha ovviamente fatto scalpore suscitando l'indignazione di molti.Allo stesso modo il sì di una prostituta/o deve essere sempre libero e incondizionato.Una mappa della Napoli notturna, quella della prostituzione, presente in molti luoghi anche frequentatissimi dei suoi quartieri.Se un uomo che paga una prostituta lo fa per esercitare il proprio potere su unessere che altrimenti non potrebbe mai dominare, cè il rischio concreto che la prostituzione sia a tutti gli effetti una violenza a cui un essere umano non dovrebbe mai essere.
Ragazze di 20anni, portate in Italia dalla Romania, completamente sottomesse, destinate a prostituirsi sulla via Emilia (est e ovest) e in un condominio nel quartiere Montanara a Parma.





Nulla infatti era lasciato al caso.
Il problema è che il cosidetto sesso-debole nei secoli è stato messo in disparte, castigato, ridotto a una specie di funzione un ruolo.
Cliccando sulla scheda delle lucciole si trovava una vera e propria pagella con tanto di recensione e voti dettagliati all'aspetto e alle varie prestazioni concesse da ciascuna.

[L_RANDNUM-10-999]