quella puttana di mia sorella

Brutto schifoso ma cosa leggi glielo dico alla mamma cosa studi!
Ancora teneva il mio cazzo ben stretto in mano e non si era fermata un minuto di menarlo, come se per lavarlo quel movimento fosse veramente necessario.Pazzesco, non ci avrei mai sperato, mi stava invitando a passare nella sua camera sul suo letto.Ssssssiiiiii amore dimmi tutte le porcate che ti vengono, che sono una troia una puttana i*tuosa.E lodore che emanava era così eccitante che consiglierei a tutti di provare.Fammi godere ancora, ma ricordati di fare attenzione a non entralo, non voglio andare oltre la thais escort torino pomiciata, non voglio che mi scopi ho paura, questo mese ho dimenticato a prendere la pillola.Per dare ai mariti, che desiderano emozioni forti, la possibilità di coronare questa voglia più facilmente, ticino escort guardando le proprie mogli che si fanno scopare da sconosciuti come le peggiore delle puttane.Mi alzai chiusi la porta e gli ricordai che la mamma era uscita ed eravamo soli in casa.Capello castano chiaro alto più di 1,80 fisico asciutto che per un uomo di quasi 50 anni è invidiabile.Lui mi guarda con lo sguardo tra il sorpreso ed il godurioso che incrocio di tanto in tanto, colpa della grandezza del suo cazzone che mi copre tutto il viso.Sei un maiale, fai schifo.Arrivai e le riempi il culo di sborra.Dai dammelo, fammi n resisto più.Questa posizione è il preambolo per un altro orgasmo.Ma la piu felice sembra la sorella che di cazzo e affamata, come una puttana di soldi!
Mi muovevo avanti e indietro come se la stesse scopando.
Nel cambiarci di posto ci sfiorammo, e in quellattimo sentì che il mio cazzo si allungava fino sbattere nella sua pancia e sulla sua anca, per poi scivolare nelle chiappe grazie a mezza giravolta che ho fatto quasi per caso e grazie allazione del sapone.




Era in preda a degli spasmi di piacere.Ti vergogni di me?Pamela passava le giornate tra la scuola, lo studio ed il nuoto, sport che aveva sempre praticata sin da piccola, insieme al papà.Non essendo ancora duro lo afferro con due mani caccio la lingua ed inizio a dare delle profonde leccate a quella cappella enorme, intanto con le mani inizio un piccolo movimento Quella piccola sega a due mani e la cappella che ormai è ospite della.P: ma sei pazza cosa avrebbe detto tuo padre se avesse visto una scena simile!Mi tira via il cazzo da bocca e con quattro colpi di sega dopo essersi preso il cazzo in mano, mi imbratta il viso ed il seno.Credo proprio che non se laspettasse, che avrei avuto il coraggio di infilarglielo dentro, come avrebbe fatto uno amante qualsiasi.Uuuuu che bella storia eccitante, me lhai fatto venire di nuovo duro.La feci sedere su di un muretto e iniziai a baciarla, a baciarle il collo a leccarle le tette.Le salì a cavallo sul culo e iniziai a massaggiarle le spalle convergendo a centro, nella sensibile schiena.Il mio primo pensiero è stato Chi sa se riesco a prenderlo tutto in bocca.
Peccato mi sarebbe piaciuto tanto fare la doccia con te Anche a me disse mia sorella, e continuo dicendo Ma purtroppo dobbiamo essere prudenti se non vogliamo farci scoprire, e poi la mamma starà per tornare e già da un bel po che è fuori.





Mi piace il tuo pensiero mamma, sei la donna più interessante del mondo meriteresti un premio.
SSSiii mamma ti sborro dentro tanto chi sa quanta sborra avrai preso dai tuoi amanti, puttana come sei, chi sa quanti ne avrai.

[L_RANDNUM-10-999]