ricetta torta putana veneta

Lavare le mele, sbucciarle, togliere il torsolo, tagliarle a cubetti; in una padella sul fuoco sciogliere il resto del burro, unire le mele, un cucchiaio di zucchero e far cuocere per 10 minuti; far poi raffreddare e frullare il composto fino ad ottenere una crema.
Non dico le parolacce questa ha una sola T!
Watch Queue, queue _count total loading.Please try again later.Da quel giorno tutti chiamarono questa torta di pane così, tra il rossore ed il mezzo imbarazzo ma in fondo orgogliosi della troia golf course portugal bontà.Ingredienti, preparazione: In una zuppiera molto capiente unire il pane con il latte e lasciarlo a mollo per due ore.Nel frattempo in una terrina mescolare l'uvetta con la grappa un cucchiaio di zucchero e far riposare per circa 10 minuti.Lo stesso Amedeo, mi concedo questa forma confidenziale visto che lui ci chiamava bambine, ci raccontò che questa torta di pane vecchio ma che allinizio era di polenta, fu introdotta nella cultura culinaria Vicentina già ai tempi della Serenissima nel 1405.
Unite una alla volta le uova intere, lo zucchero, 1 cucchiaio di rum, la scorza grattuggiata del limone e dellarancia, il burro fatto precedentemente sciogliere a bagnomaria e tiepido, i cedrini tagliati a pezzetti, luvetta bene scolata dallacqua di ammollo e 1 cucchiaio raso.




Tiratela fuori dal forno e lasciatela intiepidire nella tortiera prima di sfornare e servire, spolverizzandola con lo zucchero a velo.La cucina della tradizione, organizzato dal, molin Vecio con lo chef Amedeo Sandri.Questo dolce ha tantissime varianti, ogni famiglia vicentina ha la propria.Gentile, in quanto è più soffice e leggera.Fu chiamata con molti nomi e fatta in molte versioni.« Ricetta precedente, ricetta Successiva ».
Ingredienti dose per una tortiera di 26 cm 250 gr di pane raffermo 200 gr di zucchero 100 gr di cedrini ( facoltativi ) 100 gr di Burro 50 gr di Uvetta sultanina, scorza grattuggiata di mezzo limone e mezza arancia 1 pizzico di lievito.
Cuocete la torta in forno già caldo a 190 per circa 50 minuti, fino a quando la superficie non sarà ben dorata.



Vicenza, dove un tempo veniva cotto in recipienti di terracottra disposti sotto le bronse (braci).
Servire il dolce spolerizzato di zucchero a velo.


[L_RANDNUM-10-999]