Carlo VI, che nel aveva acquistato un altro manoscritto napoletano miniato del Roman de Troie, portò l'Histoire ancienne a Saint-Michel nel 1394 con l'intenzione di leggerla.
Fra Valentiniano III e l'usurpatore Giovanni, che sconfitto e catturato, fu poi dato un grosso "spettacolo" nel Circo di Aquileia: il pubblico linciaggio.
Essendo Veneti e Romani popoli alleati, la latinizzazione dei primi fu pacifica.In questi anni i romani ormai avevano conquistato tutta la pianura Padana e la Liguria, fino a Genova.Escludendo quest'ultima, il saldo risulterebbe infatti in attivo (1,3).Domati gli Istri (178-177; e 129.C.Sempronio Tuditano che da Roma deve accorrere ad Aquileia per contrastare un'invasione nelle Venezie di Taurisci e Giapidi.Questa volta sono gli Unni di Attila a scendere in Italia.Pronunziandosi anticamente la y come la u e ben spesso cambiando i Veneziani la c in g, nacque la voce gundula, poi gondola».E certissimamente Alboino era a digiuno della topografia della penisola.Cesare si ribella all'imposizione, occupa l'intera penisola e la stessa Roma.Narsete dopo la battaglia conclusiva, non vide l'ora di rimandarli a casa, erano troppo indisciplinati e piuttosto pericolosi prenderli rimasto chiuso fuori casa milano a servizio.Ma riprendiamo la narrazione cronologica.Accade questo proprio ora che stanno iniziando e si succederanno numerose le invasioni barbariche dove si avrebbe invece bisogno di efficienza e audacia.Si nota che la provincia ha un territorio a di forma a "banana" con una lunghezza che misura all'incirca 120 km, e con una larghezza media di circa 25 km.Intorno, il convento delle Benedettine, oggi Museo ecclesiastico diocesano, a destra la sede dellantico ospitale dei pellegrini dellordine di San Giovanni di Dio, più giù lepiscopio e in fondo il museo capitolare, ex seminario vescovile, che conserva quattro dei sette Exultet pugliesi.
Ma Fortunaziano non fu sempre coerente: infatti nel 358, assieme ad altri Vescovi, sottoscrisse il credo ariano di Sirmio.
Per ritardare l'avanzamento di Massimino, all'inizio della primavera era stato abbattuto il grande ponte in pietra che superava l'Isonzo sulla via che scendeva dalla Valle del Vipacco (Fluvius Frigidus). .




Una vera e propria mappa che gli permise -mentre avanzava- di mantenere collegamenti con le altre strade che si intersecavano con quelle dei vari territori, e che Alboino mentre va avanti, conquista, occupa, vi disloca reparti, vi insedia i suoi carri e le masserizie,.Evoluzione demografica modifica modifica wikitesto Abitanti censiti Nel 2007 si sono contati Venezia.593 nati 9,1).064 morti (9,6) con un saldo naturale di -471 unità rispetto all'anno precedente (-0,6).E di questa data sono i primi villaggi palafitticoli poi abbandonati dai Traci nei successivi secoli.Ma di fatto diventa dominante quella cristiana.Capoluogo, venezia, data di istituzione 23 dicembre 1866, data di soppressione, territorio.Ad Aquileia con queste prime scorribande di barbari visigoti, durante l'episcopato di Agostino (407-408) viene costruito a Grado un rifugio per i Vescovi.Costantino Magno proprio ad Aquileia dopo aver tentato un assedio, viene ucciso dal fratello Costantino II, che fa scempio del suo cadavere. .Costanzo nel 353 rimane unico imperatore, ma poi muore nel 361, ed ecco un'altra disputa e un altro assedio di Aquileia per la contesa del trono imperiale fra Costanzo II (che resta ucciso, e Giuliano l'Apostata nuovo imperatore; ma dura poco, nel 361 muore.
Emilio Scauro (115.C.) risulta vincitore dei Carni-Taurisci; ma una pacificazione duratura si otterrà solo con Augusto, verso la fine del I sec.C.

Superficie 2 472,91 km, abitanti densità 346,9./ km, comuni 44 comuni, province confinanti, treviso, Pordenone, Udine, Rovigo, Padova.
Ma questa è un'altra storia che riprenderemo molto più avanti e nei rispettivi anni.


[L_RANDNUM-10-999]