Sedute sui guard rail o sotto gli ombrelloni sullAurelia, su sedie di plastica sulla Portuense, in passerella sulla Salaria.
Sono tornate in massa, adesso si stima che siano più di 7mila.Ma quelli di oggi sono solo gli ultimi arresti effettuati ultimamente e non è escluso che attraverso le indagini si possa risalire anche ad altri "clienti".Il territorio della Capitale è suddiviso in maniera netta: romene sulla Salaria, Colombo, donna cerca uomo castellana grotte Tiburtina, Tor Bella Monaca, Appia, Ardeatina, Aurelia (fino alle porte di Fregene Ostiense, Castel Fusano; nigeriane e ghanesi fra Eur, Tiberina, Portuense, Prenestino e Collatino, ancora Aurelia, fino a Maccarese, le pinete.Tra loro tanti viaggiatori di passaggio alla scalo principale di Roma, un professionista e anche un parroco 68enne di due chiese nel Viterbese.8 settembre 2013, la settimana scorsa un mega sgombero in piena regola.




Per una manciata di euro, tra i 10 e i 50, seguivano i clienti nei trois rivieres qc weather bagni della stazione e persino sui treni in sosta.La mappa aggiornata della prostituzione nella Capitale non si è arricchita di luoghi dedicati al meretricio, ma di giovani donne.Per una città che sta sempre peggio andando a putt*ne non poteva esserci un augurio di buon anno più coerente.E per ridurre lofferta sarà colpita la domanda.Nei prossimi giorni, intanto, la commissione parlamentare per l'Infanzia e l'adolescenza chiederà un'audizione con i funzionari della Polizia ferroviaria.Ma non è l'unico religioso ad essere coinvolto nell'inchiesta.Girano in bikini e occhiali da sole fra le auto incolonnate che si muovono a passo duomo facendo lo slalom fra le voragini.Per significare quanto queste immagini siano disponibili a tutti, bambini che passano in macchina les trois mousquetaires personnage principal inclusi, e quanto siano diurne: la Google Car non gira che di giorno.Ci siamo fatti un giro in Google Street View e abbiamo selezionato (selezionato, perché le immagini sarebbero state molte di più) una 30ina di immagini di prostituzione all'aperto.
«Le giovani sfruttate sono aumentate negli ultimi anni a causa del massiccio flusso migratorio - spiega una volontaria, reinserirle non è semplice.
Non di rado, a causa di clienti che si fermano di colpo in mezzo alla strada per agganciare una di loro, accadono incidenti, anche gravi.

Il Raccordo anulare è lontano qualche chilometro, ma loro sono già.
Adesso il controllo del territorio è affidato alle pattuglie che fanno quello che possono.


[L_RANDNUM-10-999]